Biciclette all’arrembaggio del ponte

Tandem, bici da corsa e da città, mountain bike iper tecnologiche, ma anche vecchie Graziella tornate da poco di moda e modelli fai-da-te di cargo bike con tre ruote e il carrello per trasportare la spesa. Ieri almeno in duecento hanno risposto all’appello di pedalare all’arrembaggio di Venezia lanciato dalle associazioni dei ciclisti di tutta la città. Giovani con caschetto e abiti da ciclismo, pensionati e famiglie, è un popolo eterogeneo quello degli amanti delle bici e tutti hanno in comune un unico desiderio: vedere finita la pista ciclabile sul Ponte della Libertà.

Continua a leggere l’articolo del Corriere del Veneto domenica 22 marzo 2015

2015032229850910

Rispondi