Due bici in bamboo da Bari a Venezia

Alberto Cresti e Luigi Vianelli partono da Bari il 16 maggio su due bici in bamboo per sostenere le piste ciclabili, ma rischiano di non arrivare a Piazzale Roma. Se non sarà pronta la pista ciclabile sul Ponte della Libertà e se scatterà l’annunciato divieto per le biciclette sul cavalcavia di San Giuliano, previsto per l’attivazione del tram, che è da mettere in agenda tra maggio e giugno, è destinata a saltare la festa per l’atto finale dell’impresa che due mestrini si stanno accingendo a compiere: percorrere quasi 600 dei 900 chilometri della ciclovia adriatica da Bari fino a Venezia in sella a due biciclette ad impatto zero, in sella a due biciclette realizzate in bambù da un’officina di Bari. La piccola impresa sportiva ha l’obiettivo, nei territori attraversati dai due ciclisti, di segnalare piccoli e grandi problemi del percorso ciclabile.

Continua a leggere l’articolo su La Nuova Venezia del 15 aprile 2015 al seguente link:

Bici Bambù

Il viaggio è sostenuto da Banca Etica e Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta).

Segui l’evento al seguente link:

http://www.zoes.it/mobilita-dolce/eventi/due-bici-bamboo-bari-venezia

Rispondi