Fateci salire sul tram con le biciclette

Sul tram con la bici, destinazione Venezia.

Allarme delle associazioni dei ciclisti: “Troppo pericoloso il transito sul cavalcavia di San Giuliano”. ACTV cerca una soluzione.

Manca il collegamento con via Torino. Chiesto un incontro urgente con Zappalorto.

Venezia e Mestre unite dalla pista ciclabile sul Ponte della Libertà? Un sogno che fatica a realizzarsi, nonostante i cantieri in corso. Il boom dell’uso della bicicletta in terraferma si ferma in via Righi, di fronte alla pericolosità del traffico.

La prossima entrata in servizio del tram renderà estremamente pericoloso, se non interdetto, il transito sul cavalcavia di San Giuliano per pedoni e ciclisti.

Una soluzione c’è ed è semplice. Consentire alle bici di salire sul tram per arrivare in sicurezza fino a Piazzale Roma e poi da qui raggiungere il Tronchetto. Il Comune ha chiesto ad ACTV di studiare come realizzarlo. Uno stratagemma semplice e moderno che potrebbe potenziare quei ventimila passaggi l’anno di cittadini e turisti che usano la bici per raggiungere Lido e Pellestrina. Un turismo sostenibile di cui Venezia per troppo tempo si è dimenticata. E che ora potrebbe, con il tram, svilupparsi.

Articolo su La Nuova Venezia martedì 10 febbraio 2015

PistaPonte10022015

Rispondi