Maleducazione sui pedali? No, grazie (4a puntata)

Anche tra i ciclisti c’è chi si comporta male … ed è sbagliato difenderlo

Insomma, dopo aver spiegato che le campagne denigratorie son faziose e che, per chi usa la bici, alcuni comportamenti sono “salvavita”, va anche detto che capita talvolta di assistere a comportamenti riprovevoli. Che non sono tipici dei ciclisti, ma di cittadini” maleducati”. Vediamone alcuni senza cadere in oziose elencazioni, visto che è più utile, come fanno molte associazioni FIAB, sensibilizzare ad un uso corretto e sicuro del mezzo. Ricordandosi che nessuno di noi appartiene a priori ad una sola categoria.

Maleducazione sui pedali? No, grazie [4° puntata]

 

Rispondi