sabato 25 MARZO – IN BICI PER IL FAI – villa Belvedere Mirano

In occasione delle giornate nazionali del FAI di primavera, vi proponiamo questa facile pedalata a Mirano alla scoperta di Villa Morosini e Villa Erizzo Belvedere e del loro bellissimo parco.

Dopo l’acquisizione da parte del Comune di Mirano negli anni Settanta, un recente attento restauro, molto sentito dalla popolazione, ha restituito le due Ville e il Castelletto alla Comunità. I parchi in cui sono immerse le due ville sono stati recentemente unificati e sono caratterizzati da una ricchissima varietà di piante e alberi, alcuni monumentali. I parchi sono stati aperti alla cittadinanza e sono diventati una meta molto frequentata dai miranesi e lo scenario ideale per eventi culturali.

Villa Bollani, Molin Memmo, Erizzo detta “Belvedere” è una villa veneta di Mirano  e rappresenta uno dei più importanti esempi di integrazione tra architettura e natura costruita. Attualmente è proprietà del Comune di Mirano che ha insediato nella casa padronale alcuni uffici pubblici e nelle scuderie un teatro. Il parco, unito a quello della limitrofa villa Morosini, è divenuto un giardino pubblico.

L’elemento più affascinante di villa Belvedere è indubbiamente il parco, realizzato nell’Ottocento dall’allora proprietario Barzizza secondo le tendenze romantiche dell’epoca. Lo spazio è stato concepito proprio per poter sorprendere e meravigliare il visitatore. Il giardino è costituito da diverse zone: aree boscose si alternano a prati e radure, solcate da rivoli e da viali alberati.

Con il materiale di riporto ottenuto dall’escavo del laghetto è stata realizzata la collina del Belvedere, simbolo dell’intero complesso. Sulla cima della montagnola, accessibile attraverso a una scalinata a due rampe, si erge una torretta ottagonale, il “Castelletto”, in stile neogotico, alla quale fa da sfondo una serie di finte rovine. La costruzione vuole ricordare l’antico castello di Mirano, innalzato nel medioevo durante la dominazione padovana e oggi completamente scomparso.

Nel parco sono nascoste anche alcune grotte artificiali da cui si diparte una rete di passaggi sotterranei lunga 250 metri. Secondo una diceria, essa faceva parte di una rete più ampia di cunicoli che collegavano fra loro i castelli di Noale, Stigliano, Salzano e Castelliviero.

Salvo limitazioni, faremo la visita guidata gratuita al castelletto e alle grotte che al sabato sono aperte solo al pomeriggio, perciò la nostra pedalata partirà alle ore 14 per poi rientrare verso le ore 18 all’imbrunire.

Ritrovo: ore 14:00 – sede FIAB Mestre

Rientro: previsto intorno alle ore 18.00

ESCURSIONE GRATUITA APERTA A TUTTI

Iscrizioni in sede: martedì e venerdì ore 15:30-17:30, oppure giovedì ore 17:30-19:00

Referenti: Miriam 347 9178010, Luca 329 1395095

Locandina: Locandina villa Belvedere_25 marzo 2017

Rispondi