Eventi

Da sabato 7 a sabato 14 settembre 2024 “Terre di confini, fiumi e mare da Monfalcone a Pola”

Ciclo vacanza di 8 giorni tra il Friuli orientale da nord a sud, terra di conflitti e confini, Gradisca, Cividale, Caporetto, Tolmino, Gorizia, Trieste e l’Istria nelle sue città di mare, Capo d’Istria, Pirano, Umago, Rovigno, Fasana, Pola. Sette tappe con tanto divertimento e tanta varietà, lungo i fiumi Natisone ed Isonzo, dal museo della guerra di Caporetto, ai bagni in piscina e nel mare della costa Croata, alla visita guidata della città di Pola con i suoi resti romani. Ma percorreremo anche la valle del Vipacco tra Gorizia e Trieste, un lungo tratto di “Parenzana”, i “fiordi” istriani tra cui il famoso canal di Leme.
Ritrovo: Parcheggio P10 in via della Montagnola, per il carico bagagli nel furgone, alle 7.30 (da confermare) del 7 settembre. Successivamente si và con le biciclette, in stazione FS di Mestre per prendere il treno per arrivare a Monfalcone.
Rientro: Parcheggio P10 in via della Montagnola, nella serata del 14 settembre.
Percorso: Vario, tra buono sterrato e asfalto, ma sempre su strade a basso traffico.
Lunghezza e dislivello: Circa 450 km con dislivello di circa 4000 m.
Difficoltà: Impegnativo.
Iscrizioni: in sede entro aprile per l’anticipo ed entro il 30 luglio per il saldo. Max 32 persone.
Orari segreteria: giovedì dalle 17,00 alle 19,00 e venerdì dalle 16.00 alle 18.00
Chi è impossibilitato a presentarsi in sede, può: prenotarsi telefonicamente al 391.1630635 negli orari di segreteria e effettuare il versamento sul c/c bancario IT 12 D 030 6902 1181 0000 0063080 (da confermare al capo gita con foto in whatsapp o mail).
Bicicletta: mtb o city bike con camera d’aria di scorta.
Contributo: 800.00 € che comprende:
⦁ 7 Pernottamenti con mezza pensione in hotel, ostelli e appartamenti.
⦁ Visita guidata al museo di Caporetto
⦁ Visita guidata di Pola
⦁ 2 pranzi
⦁ Furgone al seguito per trasporto bagagli
⦁ Biglietto treno Mestre-Monfalcone
⦁ Bus con carrello per il ritorno
⦁ Assicurazione infortuni
Chi viene con la E-bike deve dichiararla nella scheda di iscrizione.

Chi viene con le biciclette assistite DEVE essere autonomo nella gestione e ricarica!

Ricordiamo l’obbligo di rispettare il codice della strada e le istruzioni organizzative. È richiesta una bicicletta con meccanica e ruote in buona efficienza, adatta per lunghe percorrenze e munita della necessaria attrezzatura d’emergenza. Si sollevano gli organizzatori da ogni responsabilità per eventuali infortuni durante le iniziative in programma.

Show More

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button