Eventi

Domenica 4 settembre 2022 VALLE AVERTO in bici all’Oasi de WWF – Riserva Naturale Statale. Referenti: Erica D. V. 3311030821 Claudio C. 3282118455

L’Oasi WWF di Valle Averto è una tipica valle di pesca della laguna veneta. Zona umida di importanza internazionale è l’unica valle da pesca protetta della laguna di Venezia, l’unica chiusa alla caccia.
L’area, di circa 200 ettari, comprende ampi specchi di acqua salmastra, canneti, boschi igrofili, canali all’interno della zona umida più famosa del mondo. La presenza di acqua dolce e salmastra garantisce una significativa varietà ambientale. Importante per lo svernamento degli uccelli acquatici e la nidificazione di molte specie tra cui: falco di palude, volpoca, cavaliere d’italia, avocetta, sterna comune, nitticora e tarabuso. Nel 2019 è stato avviato nell’Oasi il progetto LIFE FORESTALL che mira a tutelare un ambiente di straordinario interesse naturalistico, recuperando habitat ritenuti “prioritari” dalla legislazione europea, operando una rimodellazione di superfici estese, il controllo delle infestanti e l’allagamento periodico di alcuni terreni, al fine di migliorare la qualità dell’acqua e permettere la regolazione dei livelli idrici, per garantire le condizioni ottimali per la sosta e l’alimentazione degli uccelli durante l’inverno e il periodo migratorio. Livelli bassi delle acque favoriranno fenicotteri, spatole e altre specie, mentre in altri periodi, alti livelli delle acque verranno mantenuti per favorire le anatre e gli aironi bianchi.
Il progetto inoltre mira al contenimento di alcune specie invasive come la Robinia pseudoacacia e il Silurus glanis (pesce siluro). L’ambiente umido richiede scarpe comode, colori “natura”; la fauna richiede binocoli, silenzio e pazienza.
Programma di massima: Partendo dalla sede di via Gazzera Bassa, 2, per strade poco trafficate e ciclabili vecchie e nuove raggiungeremo e attraverseremo Marghera, poi Malcontenta, con una rapida occhiata a villa Foscari. Seguendo alla lontana l’idrovia Padova Venezia, raggiungeremo Gambarare per poi prendere la ciclovia dell’argine destro del Canale Taglio Novissimo fino a Lugo, dove, attraversata la Romea, avremo raggiunto la nostra destinazione. Stefano, guida preparata del wwf e responsabile dell’oasi ci porterà a visitare fauna e flora della zona e ci spiegherà le strategie del progetto “life forestall”.
Consumeremo il nostro pranzo al sacco nei pressi dell’ingresso dell’Oasi e riprenderemo le nostre biciclette per rientrare, questa volta sfiorando Oriago e, in parte lungo il Naviglio del Brenta, in sede verso le 18.00.

Ritrovo: Ore 8.30 sede via Gazzera Bassa, Mestre.

Rientro: Ore 18.00 circa in sede.

Percorso: Misto, quasi interamente su asfalto, tra ciclabili e strade secondarie.

Lunghezza e dislivello: Circa 52 km con dislivello nullo.

Difficoltà: Medio/facile.

Iscrizioni: In sede fino a giovedì 1° settembre.
⦁ Orari segreteria:
⦁ giovedì dalle 17,00 alle 19,00
⦁ venerdì dalle 16.00 alle 18.00
Chi è impossibilitato a presentarsi in sede, puo’:
·      prenotarsi telefonicamente al 391.1630635 negli orari di segreteria e
·      effettuare il versamento sul c/c bancario IT 12 D 030 6902 1181 0000 0063080.
Bicicletta: mtb o city bike con camera d’aria di scorta e minimo di attrezzatura.

Pranzo: Libero in Oasi dopo la visita guidata, prevista per le 11.00.

Contributo: Per soci: 13.00 € (assicurazione infortuni e visita guidata), non soci: 16.00 € (come per i soci più l’assicurazione contro terzi).

Note:

Chi viene con le biciclette assistite DEVE essere autonomo nella gestione e ricarica!

Ricordiamo l’obbligo di rispettare il codice della strada e le istruzioni organizzative. È richiesta una bicicletta con meccanica e ruote in buona efficienza, adatta per lunghe percorrenze e munita della necessaria attrezzatura d’emergenza. Si sollevano gli organizzatori da ogni responsabilità per eventuali infortuni durante le iniziative in programma.

Show More

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button